L’internazionalizzazione dell’albergo diffuso

Il fenomeno dell’internazionalizzazione degli alberghi diffusi è iniziato nel 2009, cinque anni dopo il nostro primo convegno nazionale (Campobasso, 2004) quando sono stato chiamato a Mase, un piccolo borgo di montagna della Svizzera romanda, in rappresentanza dell’Associazione nazionale degli alberghi diffusi (ADI), nel frattempo costituita a Termoli.

Il 2010 è stato un anno straordinario per noi: abbiamo avuto il primo riconoscimento internazionale al World Travel Market di Londra, e il primo articolo sul New York Times che ha decretato per l’albergo diffuso una notorietà internazionale formidabile.

Nel 2011 è stata la volta della Croazia, con un seminario nel piccolo borgo di San Vincenti, in Istria, e di una serie di altri incontri che hanno contribuito – dopo qualche tempo – alla normativa sugli AD croata.

Nel 2012 è partito un primo test in Spagna, un progetto di Ospitalità diffusa non lontano da Salamanca, a seguito del quale abbiamo deciso di costituire formalmente l’Associazione Internazionale degli Alberghi Diffusi.

Da allora abbiamo ricevuto richieste da tantissimi paesi: Irlanda, Albania, Francia, Slovacchia, Serbia, e anche San Marino, ma nella maggior parte dei casi si è trattato di reti di ospitalità diffusa, o di semplici progetti.

Nel 2018 è partito un progetto di Albergo Diffuso in Germania la cui apertura è prevista nel 2020.

Diversa la storia del Giappone dove si è cominciato a parlare di Albergo diffuso nel 2013 e si è arrivati all’inaugurazione del primo albergo diffuso con tutti gli standard previsti nel modello nel 2018, e dove ora si è costituita l’Associazione Giapponese degli Alberghi Diffusi (ADJ).

Nel frattempo sono nate forme di ospitalità che hanno caratteristiche simili al nostro modello dalla Tasmania agli USA.

Per affrontare al meglio questo scenario abbiamo organizzato il primo meeting internazionale degli Alberghi Diffusi a Termoli, il 7 maggio 2019, al quale parteciperanno tra gli altri il Presidente , il Vicepresidente e l’Amministratore delegato dell’Associazione giapponese (ADJ).

Quanto al futuro, sono tanti i paesi che stiamo cercando di seguire, proponendo il nostro modello made in Italy: dalla Georgia, alla Cina.

Giancarlo Dall’Ara

 

GDA Giancarlo Dall'Ara Consulenze e progetti di marketing
Palazzo Maffei - 47866 Sant'Agata Feltria (RN)
tel. 0541 929777, fax 0541 929744 e-mail: giancarlo.dallara@gmail.com
Cookie Policy