Luglio 2012. Turismo sociale: solo il 3-5% della popolazione mondiale può andare in vacanza all’estero

Ho appena letto questo tweet “Según la OMT, solo 3-5% población mundial se puede dar el placer de realizar un viaje al extranjero” (@Escuela_turismo).

Dunque il tema del diritto alle vacanze è sempre di stretta attualità.

Alla luce di questo dato le due notizie che vi propongo assumono una luce completamente diversa. La prima viene dalla Francia dove il Ministro del Turismo si è impegnato a far redigere delle proposte (“delle soluzioni originali”), per permettere l’accesso alle vacanze, alle fasce più deboli e in particolare ai giovani.
L’altra notizia riguarda l’establishment del turismo sociale europeo che ha organizzato un tavolo di lavoro a Madrid per discutere la realizzazione di un portale B2B per il turismo sociale, e poi la carta etica, la costituzione di una cooperativa europea di gestione ecc.
Il tema è sempre il turismo sociale, ma gli approcci sono diversi. Non so a voi, ma il secondo mi ricorda l’infinita storia del portale Italia.it.

1. En déplacement en Bretagne, la ministre du Tourisme Sylvia Pinel a annoncé “qu’une mission sera confiée à la rentrée à une personnalité qualifiée pour faire des propositions d’envergure sur l’accès de tous aux vacances”, explique un communiqué. Lors de cette rencontre avec des acteurs du tourisme social, vendredi dernier, Sylvia Pinel a rappelé “sa volonté de réduire la fracture touristique”, en désignant notamment le faible taux de départ des jeunes en France, “l’un des plus bas de la population”. “Des dispositifs originaux devront être montés en association avec les acteurs du tourisme et ceux de l’exclusion sociale pour développer une offre de courts séjours adaptés aux attentes et aux moyens financiers des jeunes”, a conclu la minister

http://www.pros-du-tourisme.com/actualites/detail/56405/une-mission-sur-le-tourisme-social-lancee-en-septembre.html?utm_source=twitterfeed&utm_medium=twitter

2. Il responsabile di Legacoop Turismo Maurizio Davolio ha preso parte alle riunioni, svoltesi il 26 e 27 giugno a Madrid, dei gruppi di lavoro incaricati di realizzare il portale B2B per il turismo sociale. La realizzazione del portale costituisce l’obiettivo del progetto Steep, Social tourism european exchanges platform, cofinanziato dalla Commissione europea nell’ambito del Progetto Calypso. Legacoop è partner del consorzio che sta realizzando il portale, sotto la guida dell’Oits, Organizzazione internazionale del turismo sociale, con la partecipazione di altri partner (Segittur, Spagna; Unat, Francia; Floreal, Belgio, Enat, Associazione europea del turismo accessibile; Consorzio Siena Promotion, Confcooperative, Italia). Il portale sarà orientato sia all’informazione sia alla promozione, mentre sono ancora oggetto di discussione la possibilità e l’opportunità di prevedere un sistema di prenotazione e acquisto. Dovrà favorire gli scambi internazionali, privilegiare la bassa stagione, dedicarsi ai quattro segmenti del Progetto Calypso: anziani, giovani, famiglie e a basso reddito, disabili. Davolio ha sostenuto la necessità di non escludere l’alta stagione, le transazioni a livello nazionale e la previsione di altri segmenti, come il turismo convegnistico (MICE), per rendere il portale più completo ed economicamente autosufficiente, come del resto è richiesto dalla Commissione europea. I gruppi di lavoro dovranno affrontare gli specifici problemi e le aspettative dei quattro segmenti, elaborare una Carta Etica per l’ammissione della domanda e dell’offerta nel portale, verificare la praticabilità di alcune funzioni, in particolare quella commerciale, sotto il profilo giuridico. Il portale dovrà essere gestito da una cooperativa europea da costituire. http://www.legacoop.it/visualizzaNews.aspx?id=7739
/

GDA Giancarlo Dall'Ara Consulenze e progetti di marketing
Palazzo Maffei - 47866 Sant'Agata Feltria (RN)
tel. 0541 929777, fax 0541 929744 e-mail: giancarlo.dallara@gmail.com
Cookie Policy